ISSN 2283-7558

feifferpiero1_738

Piero Feiffer

Autore

dx

Architetto, libero professionista

rec_mag 141

PAVIMENTI ALLA “VENEZIANA”

NUOVE TECNOLOGIE PER LA TRADIZIONE

Il pavimento alla veneziana, nasce in epoca greca e romana e rappresenta una finitura di pregio che fa parte della nostra storia dell’architettura e delle tradizioni costruttive. Da qualche anno è in corso una ricerca su questi materiali con lo scopo di mantenere viva questa finitura e soddisfare le esigenze contemporanee; ovvero: ridurre i costi, i tempi e gli spessori. La ricerca è stata condotta da architetti che operano nel settore del restauro, artigiani e aziende produttrici.
Questi pavimenti possono avere un aspetto molto moderno oppure tradizionale, a seconda dei materiali utilizzati. Il Terrazzo a basso spessore è costituito da una miscela di calce (lime), e l’aggiunta di additivi di varia natura. Può essere colorato con l’aggiunta di terre naturali e decorato con l’inserimento di marmi, pietre e vetri colorati; in molti casi sono stati realizzati straordinari terrazzi in fibra di canapa, cocciopesto. L’additivo usato è una miscela liquida a base di acqua, caseina e resina. Queste tre componenti assicurano una rapida asciugatura e garantiscono un elevata elasticità, traspirazione e resistenza.
Il punto di forza di questi terrazzo è che ha uno spessore di soli 6/8 millimetri e può essere steso sopra qualsiasi pavimento esistente. Il pavimento viene steso a terra come una pasta, e una volta asciutto, viene levigato. Nella fase finale viene stesa la cera per proteggerlo e lucidarlo.

rec_mag 141

Venetian floor

New technologies for tradition

The Venetian floor, which originated in Greek and Roman times, is a finishing touch that is part of our Architecture history and constructive traditions. For many years, research on these materials has been under way to keep the finishing alive and to meet the contemporary needs. That is: reducing cost, time and thickness. The research was carried out by architects working in the restoration, crafts and manufacturing industries. These floors can look very modern or traditional, depending on the materials used. The low-thickness terrace is made up of a mixture of lime, and the addition of additives of various nature. It can be coloured with the addition of natural soils and decorated with the insertion of coloured marbles, stones and glass; in many cases extraordinary terraces of hemp fiber, "cocciopesto". The used additive is a water-based mixture of casein and resin. These three components ensure rapid drying and guarantee a high elasticity, breathable and strength. The advantage of these terraces is that it has a thickness of only 6/8 mm and can be laid over any existing floor. The floor is laid on the ground like a paste, and once it is dry, it is polish. In the final phase, wax is stretched to protect and polish it.