ISSN 2283-7558

marcella.gabbiani

Marcella Gabbiani

Autore

Si occupa, attraverso la professione di architetto e un'intensa attività culturale e associativa, della promozione dell'architettura e dell'interazione tra diverse discipline e arti. Segue il coordinamento generale dello studio Gabbiani & Associati, che si occupa di progettazione integrata di grandi strutture commerciali e miste, di abitazioni private, di allestimenti e installazioni, di oggetti di design, oltre che di recupero di aree dismesse e di restauro del patrimonio. Dedica particolare attenzione al tema del progetto inclusivo, attraverso la pratica del Design for All. Direttrice del Premio Internazionale Dedalo Minosse, ne cura l'organizzazione, le pubblicazioni e gli eventi.

rec_mag 160 da ALA_Assoarchitetti

RIFLESSIONI “OVVIE” DALLA CLAUSURA

Il restauro delle nostre visioni generali a partire dal particolare

[...] L’opportunità delle nostre città e dei loro quartieri è di percorrere una strada diversa e nuova, in cui la vita cittadina è parte integrante dell’interesse turistico. Tanto importante rimane l’incompreso restauro conservativo, che è soprattutto conoscenza di sé, rispettoso dei caratteri storici, dei materiali, delle lavorazioni, di un saper fare italiano, che altrimenti è perduto. Un restauro - conserva(v)ivo -, che vuol dire trovare anche vita nuova al patrimonio storico. Le città, e gli edifici in esse, si sono da sempre trasformati per forma, funzione e significati e ancora possiamo dare loro l’opportunità, come organismi viventi, di continuare a cambiare, senza perdere i connotati. [...]



rec_mag 144 da ALA ASSOARCHITETTI

Restauri, riqualificazioni e recuperi

Il Premio Dedalo Minosse non è solo edifici di nuova costruzione

Un piccolo osservatorio, quello del Premio Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura, sicuramente parziale e in parte casuale. Tuttavia offre un panorama significativo che passa attraverso il setaccio di molte testate di architettura, associazioni di architetti, fiere, in Italia e all’estero. La cadenza biennale del concorso, consente anche di constatare alcuni cambiamenti che avvengono nel mondo dell’architettura, nelle città e sui territori.
Il Dedalo Minosse è un premio sull’architettura, che viene assegnato non agli architetti, ma ai committenti, siano essi pubblici o privati, aziende o costruttori, associazioni, enti, purché attenti oltre che alla qualità compositiva, all’innovazione, alla cultura, all’identità, all’inclusione, alla sostenibilità economica, sociale o ambientale.