ISSN 2283-7558

alessandro.bozzetti

Alessandro Bozzetti

Autore

Vicedirettore di recuperoeconservazione_magazine

  
Ingegnere libero professionista, opera nel settore del restauro architettonico di edifici storici e monumenti soggetti a vincoli, in Italia e all’estero, con particolare attenzione agli aspetti del consolidamento strutturale. Socio della SPC e Associato dello ‘Studio Croci e Associati’ a Roma, ha operato con numerose Soprintendenze Committenti per interventi su beni monumentali e beni archeologici soprattutto in area romana.

rec_mag 163 IN VIAGGIO CON GBC

SOSTENIBILITÀ ALLA CHIESA DI SAN GIUSEPPE DEI FALEGNAMI

Il primo edificio di culto che ha aderito al protocollo GBC Historic Building®

La chiesa di San Giuseppe dei Falegnami che sorge sopra il Carcere Mamertino, nel cuore del Foro Romano, fu eretta nella prima metà del XVII secolo e fu oggetto di lavori di restauro conclusi nel 1884, consegnandoci l’aspetto che oggi conosciamo. Il 30 agosto 2018 parte della copertura ha ceduto causando il crollo di parte del cassettonato ligneo dorato, decorato con elementi scultorei della Natività e dei Santi Pietro e Paolo, e del pavimento marmoreo dell’aula della Chiesa. Una volta conclusi i lavori di messa in sicurezza, è stato avviato il cantiere di restauro vero e proprio che ha avuto, fin da subito, come obiettivo quello di garantire la sostenibilità delle lavorazioni, applicando e talvolta superando i Criteri Minimi Ambientali richiesta dalla normativa vigente. La Chiesa è il primo esempio di edificio di culto ad aderire al protocollo GBC Historic Building®, rappresentando un vero e proprio caso di studio.

rec_mag 163

SUSTAINABILITY AT THE CHURCH OF SAN GIUSEPPE DEI FALEGNAMI

The first example of a religious building adhering to the GBC Historic Building® Protocol

The church of San Giuseppe dei Falegnami is located on top of the Mamertine Prison, at the heart of the Roman Forum. It was built in the first half of the 17th century and what we see today is the result of restoration work concluded in 1884. On 30 August 2018 the roof collapsed, as did a part of the gilded coffered ceiling, which was decorated with carved elements from the Nativity and the Saints Peter and Paul, as well as the marble floor of the nave. As soon as the safety measures had been completed, the restoration work began, which from the beginning aimed to guarantee the sustainability of the work by the application of, and in some cases exceeding, the “Criteri Minimi Ambientali” required by current legislation.This Church is the first example of the restoration of a religious building adhering to the GBC Historic Building® protocol and will be a model for projects in the future.



rec_mag 154

La Chiesa di San Giuseppe dei Falegnami a Roma

Dal crollo del 2018 al cantiere avviato il 3 giugno 2019

Il crollo della copertura della Chiesa di San Giuseppe dei Falegnami a Roma, avvenuto lo scorso anno, ha occupato i canali di informazione per alcuni giorni per poi sparire nel silenzio. Da agosto 2018, invece, l’attività di messa in sicurezza avviata immediatamente dopo l’evento è stata la prima di tante altre azioni che si sono succedute durante i lunghi mesi che hanno preceduto l’apertura del cantiere di ricostruzione e restauro. Ora, avviato il cantiere il 3 giugno, i lavori procedono a ritmo molto intenso e, a partire da questo numero, recmagazine proporrà ai suoi lettori alcuni articoli per approfondire gli aspetti più interessanti delle opere in corso. Lo svolgimento dei lavori e i protagonisti del cantiere sono raccontati su
www.sangiuseppedeifalegnami.org , il sito predisposto dal Vicariato di Roma per svolgere la raccolta fondi necessari ai restauri, e in uno spazio dedicato su questo sito nella sezione NEWS,  www.recmagazine.it/news



rec_mag 147 da ARCo

Riflessioni da Macerata

Giornata di lavoro sui terremoti dell'Italia centrale

La seconda giornata di lavoro dedicata ai terremoti nell’Italia Centrale organizzata da ARCO_Associazione per il recupero del costruito e ASSORESTAURO_Associazione italiana per il restauro architettonico, artistico e urbano con il contributo dei Lions Club si è svolta a Macerata lo scorso 24 marzo. Questo nuovo incontro, intitolato La ricostruzione: quando? e come? ha voluto fare il punto sullo stato di avanzamento delle attività intraprese per la ricostruzione del patrimonio monumentale e dei tessuti storici colpiti dal sisma ad un anno di distanza dall’incontro del 3 marzo 2017, dal titolo Dopo il terremoto. Come agire?.



rec_mag 145 da ASSORESTAURO

Convenzione MiBACT e ASSORESTAURO

Dettagli e prospettive di una firma congiunta

In occasione della prima Convention di Assorestauro, svoltasi a dicembre a Firenze nella splendida cornice di Palazzo Strozzi, una firma congiunta su un documento di convenzione apre le porte a future collaborazioni con il MiBACT e all’avvio di azioni mosse da obiettivi comuni. La firma è stata posta tra il Segretario Generale del Mibact, Carla Di Francesco, con la Direzione Generale Educazione e Ricerca, rappresentato dal Direttore Generale Francesco Scoppola, e Assorestauro, rappresentato dal Presidente Alessandro Zanini.