ISSN 2283-7558

Condividi su

Davide.Luraschi

Accesso negato
rec_mag 177 dal CIAM

CONSERVARE O PRESERVARE?

"Il restauro è uno dei fiori all’occhiello della cultura architettonica italiana. Non solo in termini di dibattito critico ed elaborazione teorica, ma anche sotto il profilo dei magisteri tecnici e delle competenze specialistiche, che consentono la traduzione degli assunti della dottrina in interventi di eccellenza. [...] Questa eccellenza, tuttavia, ha il suo risvolto della medaglia: la conservazione dell’architettura, nel nostro Paese, è molto spesso un post intervenire dopo un terremoto, dopo un’alluvione, dopo crolli e cedimenti per degrado e incuria, dopo un luttuoso e devastante incendio, dopo il trascorrere dei secoli senza alcun reale e significativo intervento manutentivo [...]".



rec_mag 175-176 dal CIAM

CIAM 1563 e RICS PER UNA CULTURA DELLA QUALITA'

(con recuperoeconservazione_magazine)

Il Collegio degli Ingegneri e Architetti di Milano e il Royal Institution of Chartered Surveyor hanno di recente sottoscritto un importante accordo di partenariato e di reciproca collaborazione, finalizzato ai seguenti campi: aggiornamento e formazione professionali dei propri iscritti; promozione e diffusione della cultura del progetto, nella sua più ampia accezione di strumento di previsione e gestione di qualità-tempi-costi di un qualsivoglia intervento di sviluppo immobiliare; implementazione di tecniche e metodi per la messa a punto di piani di fattibilità e due diligence di sempre più puntuale efficacia e fedeltà di restituzione, sia dello stato di fatto sia delle potenzialità di futura trasformazione dei beni. [...]



rec_mag 173 dal CIAM

Il Moderno compie 100 anni

LUNGA VITA AL MODERNO! ... E ALLA SUA CONSERVAZIONE

L’ Architettura del Moderno compie cento anni. Risale, infatti, al 1923 la pubblicazione di “Vers une Architecture” a opera di Le Corbusier; testo fondativo dei principi architettonici dell’Architettura Moderna e Bibbia del mondo professionale da quella data in poi. In cento anni, ovviamente, il progresso tecnico e l’innovazione tecnologica hanno radicalmente mutato il quadro dei riferimenti materiali della costruzione dell’Architettura, mettendo in luce anche molti limiti e difetti di soluzioni allora celebrate come avveniristiche e all’avanguardia. [...]



rec_mag 172 dal CIAM

VALORE NEL TEMPO

Una proposta del Collegio Ingegneri e Architetti di Milano per la conservazione del nostro patrimonio architettonico

Il Collegio degli Ingegneri e Architetti di Milano ha presentato al recente Convegno “Il restauro guarda al futuro”, tenutosi presso il Palazzo dei Giureconsulti, il proprio progetto “Valore nel tempo”, finalizzato alla buona gestione del patrimonio costruito del nostro Paese.
Si tratta di un programma di conservazione dei valori identitari, storici, architettonici e di cultura materiale dei manufatti edilizi basato su: manutenzione programmata; rispetto dei principi della conservazione; centralità del progetto, nella definizione degli interventi. [...]



rec_mag 169 da CIAM

BONUS EDILIZI E RAGIONI DELLA CONSERVAZIONE: UN CONTRIBUTO AL DIBATTITO

I bonus edilizi, previsti dalle recenti Finanziarie, e - in particolare - il bonus “Facciate” e il “Superbonus”, hanno costituito anche occasione di riflessione e di dibattito circa i termini di loro possibile applicazione, o meno, agli edifici di valore storico, o comunque di interesse paesaggistico o, in ogni caso, di caratterizzazione di tessuti formalmente connotati in senso identitario.