ISSN 2283-7558

c.sangiorgi_327

Claudio Sangiorgi

Autore

dx

Architetto, libero professionista. Docente a contratto al Politecnico di Milano.
rec_mag 154 IN BIBLIOTECA

Musso e Copperi: costruttori

Particolari di costruzioni murali e finimenti di fabbricati

Testo di ambiente torinese di fine ‘800, in cui gli autori, differenziandosi da altri classici riferimenti della manualistica del periodo, si concentrano essenzialmente sulla successione delle diverse operazioni di cantiere e sui tipi edilizi dell’allora corrente pratica del costruire.

“Opera premiata con medaglie all’Esposizione Generale Italiana 1884 (Sezione Didattica) ed a quella di Firenze 1887 (Esposizione di Materiali da Costruzione)”.



rec_mag 153 IN BIBLIOTECA

Il “Formenti”

Il rinomato Manuale di Carlo Formenti e Ruggero Cortelletti

Caposaldo dell’epoca sulla buona pratica del costruire, corredato di una ricchissima dotazione di tavole a colori di soluzioni costruttive conformi a cura dell’Ingegner Cortelletti, il volume del Formenti restituisce appieno il milieu dei primi decenni del ‘900 nei campi dell’architettura tecnica e della tecnologia per le opere di architettura.



rec_mag 152 IN BIBLIOTECA

I sette libri d’Architettura

Sebastiano Serlio

La rubrica intende illustrare il grande patrimonio librario e documentale della Biblioteca 'Leo Finzi' della Fondazione Collegio Ingegneri e Architetti di Milano e consente ai nostri lettori di sbirciare tra le antiche pagine di questi scritti. In queste pagine sfogliamo i celeberrimi volumi cinquecenteschi di Sebastiano Serlio.



rec_mag 148

Nuovi antichi paesaggi fluviali

Riqualificazione paesaggistica alla nuova centrale idroelettrica di Pontoglio

La nuova centrale idroelettrica di Pontoglio (Brescia), sorta sulle rive dell’Oglio per iniziativa della società Seva srl, specializzata nello sviluppo di fonti di energia rinnovabili, rappresenta un virtuoso esempio di utilizzo della risorsa acqua per la produzione di elettricità, quale occasione anche per un più ampio progetto di valorizzazione paesaggistica e territoriale del contesto. Un progetto che, sul filo della memoria delle antiche manifatture e del loro legame col fiume, interviene con sapiente discrezione, nel ricucire linee e presenze del paesaggio antropico e di quello naturale, recuperandone il reciproco dialogo dopo anni di mesto e indifferente abbandono.

rec_mag 148

Looking forward the past of the river

A landscape redevelopment case-study: the new Pontoglio hydroelectric plant

The new hydroelectric power-station in Pontoglio (Brescia), built along the Oglio’s riverside thanks to Seva srl, a company specialized in the development of plants exploiting renewable energy sources, is an excellent example of the use of water for the production of energy and, at the same time, a brilliant case-study of a succesful paysage and landscape requalification.
A project that, looking back at the history of the old factories placed along the river, tries to reconnect in a delicate way natural environments and anthropic presences, nowadays forgot and laying in a state of abandon.



rec 109

LA CIMINIERA DEL POLITECNICO DI MILANO

Indagini conoscitive e interventi di consolidamento della camera ablativa

La Ciminiera del Politecnico di Milano, simbolo a scala territoriale della prestigiosa istituzione universitaria, è stata oggetto di un recente intervento di indagine conoscitiva e di messa in sicurezza, cui si sono aggiunte fasi di montaggio e posa in opera di predisposizioni e strumenti di rilievo, utili per il futuro monitoraggio del manufatto (soprattutto in prospettiva antisismica).
Articolato in cinque distinte fasi, l’intervento ha previsto anche il largo ricorso a tecniche di lavoro su fune, sia in esterno, sia all’interno del camino della struttura, in condizioni particolarmente critiche sotto il profilo della sicurezza degli operatori.
Più nel dettaglio, nel corso dei lavori, si è montata una piattaforma tecnica sommitale, a 56 metri di altezza, sul coronamento della ciminiera, per successive calate e ascese da condursi sempre con tecnica alpinistica; si è provveduto all’ancoraggio alla struttura portante esterna della ciminiera di piattaforme di servizio in acciaio, già presenti nel tratto basamentale del camino (frutto di un precedente intervento); si è dato luogo al consolidamento della camera ablativa a mezzo di “ingessature” anulari con rete in acciaio a maglia fine e malte strutturali a base di calce.

rec 109

THE CHIMNEY OF POLITECNICO IN MILAN

Studies and Measures of Strengthening of the inner “tube”

The Chimney of Politecnico, landmark of the prestigious universitary campus in Milan, has been deeply analyzed, during a recent conservative intervention, with also the installation and setup of instruments useful for a future constant check-up of the building. Divided in five operative steps, works have been carried out largely with rope access inspections, both inside the “tower” and ouside it, in really critical conditions for the technicians involved.
In more detail, during works: a metal (steel and aluminium) platform has been built on the top of the chimney (56 m), in order to permit further rope climbings; the steel service levels, already existent inside before the intervention, have been strongly anchored to the external structure made of bricks; the inner “tube” of the chimney has been restored using specific lime plaster and steel hardware cloth.
The result, in addition to a full high resolution photografic report, has been the setting of a coordinated system of solutions, techniques and methods, useful for other similar conservative interventions.