ISSN 2283-7558

VICAT

rec_mag 167

GIUSEPPE MENGONI ARCHITETTO

I segreti di un archivio di disegni e documenti a testimonianza di un lavoro innovativo nelle tecnologie e nei materiali

Giuseppe Mengoni ha cerato un’opera, la Galleria Vittorio Emanuele II a Milano, la cui fama ha da subito superato i confini europei, diventando, ancora oggi, un modello di riferimento per opere simili in tutto il mondo. Fu famoso in vita, eppure, pochi decenni dopo la morte, su di lui è sceso il silenzio e di fatto, la sua conoscenza rimane quasi del tutto circoscritta a chi si occupa della sua architettura per studio, ricerca o lavoro. Poche, tra le migliaia di persone che ogni giorno ammirano la Galleria milanese, di lui conoscono almeno il nome. A bilanciare questo vuoto il racconto preciso, articolato e appassionante che della sua opera e di lui emerge dai documenti che costituiscono il suo archivio, che raccontano di un grande architetto, del suo saper progettare, di un uomo, dei suoi sogni e delle capacità per realizzarli.

rec_mag 167

GIUSEPPE MENGONI ARCHITECT

The secrets of drawings and documents archive testifying an innovative work in technologies and materials

Giuseppe Mengoni created a historical monument, the Galleria Vittorio Emanuele II in Milan, whose fame immediately went beyond European borders, becoming, even today, a reference model for similar buildings all over the world.

He was famous in life, yet, a few decades after his death, his fame disappeared, reducing his knowledge almost entirely limited to those who deal with his architecture for study, research or work.

Few, among the thousands of people who admire the ‘’Milanese Gallery’’ every day, know at least his name.

To balance this lack of knowledge, it’s very helpful the precise, articulated and exciting personal and professional history preserved in all documents showed in his archive, which celebrate the great architect with his technical knowledge and the great man with his dreams and the skills to realize them.



REGISTRATI PER SCARICARE L'ARTICOLO
rec_mag 166 in cantiere con ... VICAT

SIGILLATURA DI LASTRICATI

Borgo Saint Cirq Lapopie in Francia

Con oltre 2.000 anni di storia alle spalle, il borgo di Saint Cirq Lapopie fa parte dell'associazione "Les Plus Beaux Villages de France" (associazione per la promozione dei piccoli comuni rurali con un ricco patrimonio storico, artistico o naturalistico) e attrae circa 700.000 visitatori all'anno. Il comune ha avviato i lavori di rifacimento totale delle piazze e delle strade sostituendo i 5.000 m2 di manto asfaltato con la posa di lastricati in pietra naturale estratta dalla cava locale.



REGISTRATI PER SCARICARE L'ARTICOLO
rec_mag 165 in cantiere con ... VICAT

Restauro di facciate di edifici storici

Il Palazzo dell'ex Banco di Napoli a Bologna

L’intervento di restauro eseguito ha riguardato la facciata dell’edificio, sito in piazza Cavour nel centro storico di Bologna, databile agli anni ’30 del XX secolo su progetto dell’arch. Muggia. La principale problematica era rappresentata dalla perdita della leggibilità della texture superficiale degli elementi architettonici e decorativi in pietra artificiale. Utilizzando metodologie tradizionali di posa, quali l’esecuzione in opera a raffetto e dime o la realizzazione di calchi, sono state testate formulazioni di malte espressamente realizzate ad hoc dai restauratori, composte con Roman Cement ed inerti selezionati.



REGISTRATI PER SCARICARE L'ARTICOLO
rec_mag 164 in cantiere con ... VICAT

RIPRISTINI DI MURATURE IN ACQUA DI MARE

Venezia Centro Storico - Sestriere Dorsoduro (Fondamenta dei Cereri)

Il cantiere si inserisce nel piano emergenziale predisposto a seguito di eventi metereologici eccezionali verificatisi a Novembre 2019 a Venezia. Le analisi condotte avevano evidenziato la necessità urgente di ripristini su viabilità, fognature e muri di sponda su alcuni canali del centro storico. Il degrado delle murature, si era manifestato attraverso il distaccamento totale o parziale dei mattoni che costituiscono i muri dei canali.



REGISTRATI PER SCARICARE L'ARTICOLO
rec_mag 163 in cantiere con ... VICAT

CHÂTEAU D'IF A MARSIGLIA

Ristilatura di giunti e sigillatura delle murature del Forte

Esposto da secoli agli agenti atmosferici marini, il castello d'If è stato sottoposto ad interventi di restauro da parte del Centre des Monuments Nationaux francese. Le mura del forte sono state oggetto di un intervento di ristilatura e sigillatura dei giunti con l'utilizzo di una malta composta da calce idraulica e Cemento Naturale Prompt Supérieur.



REGISTRATI PER SCARICARE L'ARTICOLO
rec_mag 159

ROMAN CEMENT, IL CEMENTO BUONO

Storia e tecniche di un legante antico

Il Roman Cement è un legante idraulico scoperto da James Parker intorno al 1780 e brevettato nel 1796. Il nome del legante non ha nulla a che fare con i materiali usati da Romani. Si tratta di un cemento naturale prodotto originariamente attraverso la cottura di noduli di Septaria (miscele naturali di calcari e argille). Il Roman Cement, in virtù delle sua caratteristiche trova impiego nel restauro di edifici storico monumentali, nella decorazione e nell’ambito delle bio-costruzioni.

rec_mag 159

ROMAN CEMENT, THE GOOD CEMENT

History and techniques of an ancient binder

Roman cement is a hydraulic binder developed by James Parker in the 1780s, being patented in 1796. The name is misleading as it is nothing like any material used by the Romans, but was a "natural cement" made by burning Septaria – nodules that are found in certain clay deposits, and that contain both clay minerals and calcium carbonate. Roman cement can be used for restoration purposes in old buildings and the renovation of historic monuments, as well as in decoration for new buildings and in eco-construction.



REGISTRATI PER SCARICARE L'ARTICOLO
pagina Vicat_recmagazine158
pagina Vicat_recmagazine162