ISSN 2283-7558

eva.coisson

Eva Coisson

Autore

Ingegnere, Professore associato di restauro presso l'Università degli Studi di Parma

rec_mag 165 Sisma Emilia 2012_parte1

Il rilievo del danno al patrimonio storico-artistico

Conoscere per gestire oggi e prevenire domani

Una riflessione sulle delicate fasi di rilievo del danno sul patrimonio storico-artistico a seguito degli eventi sismici che hanno colpito l’Emilia nel 2012. Un’analisi su ciò che significa rilevare gli edifici storici approcciandosi a questa fase attraverso una molteplicità di letture che vanno dalle prime indicazioni di messa in sicurezza all’accessibilità dei siti, dalla rimozione e catalogazione delle macerie alla compilazione ed implementazione delle schede di rilievo del danno. Un’operazione complessa, o un complesso di operazioni, che ha come fine l’immediata salvaguardia del bene e che, anche con l’aiuto di nuove tecnologie, deve far emergere i contenuti prodromici al restauro.

rec_mag 165

The damage survey on cultural heritage

Today’s knowledge for tomorrow’s prevention

Some reflections about the delicate phase of damage survey on cultural heritage after the seismic events that hit Emilia in 2012. An analysis about the meaning of surveying damaged historical buildings in view of the multiple implications of this phase: the indications for first aid interventions, the problems of accessibility, the removal and cataloguing of debris, the compilation of the damage survey files. A complex operation, or a complex of operations, that has its final aim in the conservation of the cultural assets and that, also with the help of new technologies, has to reveal the contents necessary for the following restoration phase.



rec_mag 160

INTEGRAZIONE PROGRESSIVA DELLE RISORSE STRUTTURALI

Una proposta di intervento per Casa Romei

Dopo aver descritto, nel numero 157 di recuperoeconservazione_magazine, il percorso di identificazione strutturale e di analisi dei danni subiti dalla quattrocentesca Casa Romei in occasione del terremoto del 2012, questo articolo si concentra sulle proposte di intervento, calibrate per ogni meccanismo di danno individuato, nel rispetto dei principi del restauro, perseguendo un’ottica di integrazione delle risorse strutturali presenti e di riduzione progressiva delle vulnerabilità.

rec_mag 160

PROGRESSIVE INTEGRATION OF THE STRUCTURAL RESOURCES

After describing, in recuperoeconservazione_magazine 157, the path for the structural identification and for the analysis of the damages suffered by the 15th century Casa Romei during the 2012 earthquake, the present paper focuses on the intervention proposals, calibrated on the single damage mechanisms, in respect of the principles of restoration, pursuing a perspective of integration of the existing structural resources and of progressive reduction of the spotted vulnerabilities.



rec_mag 157

CASA ROMEI DOPO IL TERREMOTO 2012

Dalla conoscenza alla riparazione dei danni… ed oltre

L’esempio illustrato, frutto della collaborazione tra enti pubblici a valle dell’evento sismico del 2012, sottolinea l’importanza di riportare al centro dell’attenzione l’edificio storico, piuttosto che il suo modello, anche quando gli obiettivi dell’intervento sono per lo più strutturali. Il risultato è una proposta di intervento per il restauro strutturale di Casa Romei, a Ferrara, in cui le necessità e le priorità sono guidate dal monumento stesso alla ricerca di un equilibrio tra istanze strutturali, storiche, funzionali, estetiche e gestionali.

rec_mag 157

Casa Romei after the 2012 earthquake

From knowledge to the damage repair… and more

L’esempio illustrato, frutto della collaborazione tra enti pubblici a valle dell’evento sismico del 2012, sottolinea l’importanza di riportare al centro dell’attenzione l’edificio storico, piuttosto che il suo modello, anche quando gli obiettivi dell’intervento sono per lo più strutturali. Il risultato è una proposta di intervento per il restauro strutturale di Casa Romei, a Ferrara, in cui le necessità e le priorità sono guidate dal monumento stesso alla ricerca di un equilibrio tra istanze strutturali, storiche, funzionali, estetiche e gestionali.