ISSN 2283-7558

dllrcr_336

Riccardo Dalla Negra

Autore

Professore Ordinario di Restauro nel Dipartimento di Architettura di Ferrara. In precedenza ha svolto una lunga attività di architetto presso la Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici di Firenze, dove ha progettato e diretto molti interventi di restauro, tra i quali: la Cupola brunelleschiana di Santa Maria del Fiore, il Duomo di Prato, il Corridore di Prato, la Loggia dei Lanzi a Firenze, la facciata della Chiesa di Santa Trinita a Firenze, la chiesa dello Spirito Santo a Pistoia. È autore di molte pubblicazioni sulla storia della tutela e del restauro; è autore inoltre di monografie su singoli interventi di restauro, oltre che di contributi di natura teorica.  

rec_mag 165 PILLOLE DI RESTAURO ARCHITETTONICO

Il tempo aggiunge o sottrae?

La questione della patina nel restauro architettonico

"Non c’è restauro che non debba fare i conti con gli ultimi millimetri di ‘materia’, quelli più esposti, tanto alla vista, quanto agli agenti atmosferici. Non c’è architetto-restauratore che non sappia che in quei millimetri si gioca una partita estremamente importante che implica forti convincimenti teorici, conoscenza profonda dei materiali e coerenza nell’adozione delle metodiche più adatte per raggiungere l’esito progettato. [...]"



rec_mag 165

La torre di Triponzo

il restauro di un rudero ‘subitaneo’

Il consolidamento dei resti della Torre di Triponzo, gravemente danneggiata dal sisma del 1997, ha fatto scaturire un interessante intervento di restauro architettonico che, solo apparentemente, potrebbe sembrare influenzato dal gusto neo-rovinista, oggi dominante, ma che in realtà scaturisce da precise scelte di natura critica.

rec_mag 165

Triponzo tower

xxxxxxxx

The consolidation of the remains of the Tower of Triponzo, severely damaged by an earthquake in 1997, led to an interesting architectural restoration which, only apparently, could seem influenced by the neo-ruinist taste, dominant today, but which actually stems from precise critical choices.



rec_mag 164 PILLOLE DI RESTAURO ARCHITETTONICO

ANASTILOSI O RIPRISTINO?

Il termine, di derivazione greca, ha assunto, nel restauro architettonico, un preciso significato (aggiungo, teorico) sintetizzato nei tre documenti che caratterizzano storicamente la nostra disciplina: la Carta di Atene del 1931, la Carta di Venezia del 1964 e la Carta italiana del Restauro del 1972.



rec_mag 163 PILLOLE DI RESTAURO ARCHITETTONICO

UNA RONDINE NON FA PRIMAVERA, UN ALLESTIMENTO NON FA UN RESTAURO

Le molteplici manifestazioni di una crisi

La molteplicità delle “interpretazioni che vengono date del “restauro architettonico” rappresenta la testimonianza concreta, da un lato, della difficoltà teorica che vive il nostro ambito disciplinare, sempre più caratterizzato da una continua “contaminazione” multidisciplinare, che spesso assume i toni di un vero e proprio cedimento, dall’altro, delle continue “esondazioni” di altre discipline, e in primo luogo della cosiddetta “composizione architettonica” che tende persino a negarlo. [...]



rec_mag 162 PILLOLE DI RESTAURO ARCHITETTONICO

Quando la reversibilità è fuorviante

Il chiostro bramantesco di Santa Maria della Pace ed il suo parassita

La commissione del chiostro fu data a Donato Bramante dal Cardinale Oliviero Carafa nell’anno 1500 e i lavori terminarono, probabilmente, già nel 1504. È una delle opere più importanti del Cinquecento, come ebbe a definirla uno dei massimi studiosi dell’urbinate quale fu Arnaldo Bruschi [...]



rec_mag 160 PILLOLE DI RESTAURO ARCHITETTONICO

LA SALA OTTAGONA DELLE TERME DI DIOCLEZIANO

Il restauro al di là degli aspetti museografici

Questa pillola è dedicata ad un intervento, molto celebrato, di restauro e di nuovo adattamento museale: quello della Sala Ottagona delle Terme di Diocleziano a Roma, progettato e diretto magistralmente dall’architetto Gianni Bulian tra il 1983 ed il 1997, nell’ambito di un ben più ampio programma di nuova sistemazione dell’area delle Terme.



rec_mag 159 PILLOLE DI RESTAURO ARCHITETTONICO

Il restauro della Sagrestia Vecchia di San Lorenzo

la ricerca dell’integrità di un testo

Nella scorsa pillola, dedicata ai palinsesti realizzati artatamente in occasione di restauri, si è riflettuto sul concetto di rivelazione delle stratificazioni. Piace, qui, tornare sull’argomento analizzando uno dei restauri più importanti della fine dello scorso secolo: quello della Sagrestia Vecchia di San Lorenzo [...]



rec_mag 158 PILLOLE DI RESTAURO ARCHITETTONICO

… E LI DEFINISCONO RESTAURI!

Nella scorsa pillola dedicata a Ponte Sisto, si è tentato di chiarire, attraverso un esempio concreto, quando possa ritenersi legittima l’eliminazione di una sovrascrittura in un testo architettonico, rivelando una redazione precedente. Una condizione, quella delle sovrascritture, che in architettura, fatti salvi rarissimi casi, si riscontra pressoché costantemente in conseguenza di molteplici fattori: cambiamenti delle destinazione d’uso, mutazioni di gusto, eventi traumatici, ecc. [...]



rec_mag 157 PILLOLE DI RESTAURO ARCHITETTONICO

Roma, Ponte Sisto (1473-1479)

Inizia con questo numero di rec_magazine un nuovo appuntamento curato dal prof. Riccardo Dalla Negra dell'Università di Ferrara con l'intento di stimolare riflessioni sui temi del restauro.
"Il restauro di Ponte Sisto a Roma è lo spunto per una riflessione sulla liceità o meno dell'eliminazione delle sovrascritture in un testo architettonico.  [...]"